Dbzot.IT - Dragonball Hentai

Logo Dragonball Z dbzot.IT  

 


Contenuti Erotici su Dragonball


" Hentai di Dragonball"




- Gli Hentai più famosi delle varie serie di Dragon Ball

- La coppia più famosa degli hentai di Dragon Ball: Gohan e Videl!

- Conclusioni su gli Hentai di tutte le serie di Dragon Ball



Ura Shugyou - Una persona indisciplinata

Butai Ura - Il dietro le quinte

Sono Ta – Das Ende - Questa è – La fine

Enpitsu Mae Ga - Ancor prima le matite

Z - Derivanete dalla seria di Dragon Ball

18 Go no Inbo! - L'azione finale di C 18!

Ho He To - La torre delle pistole

Iro Wani - Il colore della timidezza

Satsuei Chitai - La forografia di una zona

Waka Yo! - Ho capito! - in senso molto colloquiale

Y: Go Go Videl! - Y: Vai Vai Videl!

O kiraku – Goku Raku – Chokai Raku - Alzati, Voglio solo, Un po' di questo paradiso

Shufu no Zatsudan - Le discussioni delle donne

Dragonball H (Bekkan); Toppatsu Bon (Kaiteiban) Dragonball H

Dragonball H (Saihan); Maki no Ichi, Ni
- Dragonball H Ristampa

Hentai di Dragonball

La serie di Dragon Ball è talmente famosa e popolare qui in Italia che sono stati importati alcuni hentai dal Giappone conosciuti semplicemente con il titolo di “Dragon Ball X”. Come ben sappiamo, la serie di Dragon Ball è particolarmente lunga e in essa possiamo trovare almeno tre serie completamente diverse tra loro, ma comunque estremamente legate nella misura in cui il personaggio principale era sempre lo stesso, ovvero Son Goku.
La prima serie di Dragon Ball iniziava con il protagonista ritrovato da un vecchietto di nome Son Gohan, in un boschetto poco lontano da casa sua. Il bambino praticamente neonato, si dimostrò immediatamente molto violento, ma dopo aver picchiato accidentalmente la testa cambiò immediatamente carattere diventando buono, affabile anche se molto confusionario e pasticcione.

Purtroppo una sera il vecchietto, che ormai il piccolo riconosceva come suo nonno, venne ucciso barbaramente da un enorme scimmione peloso che dopo qualche ora dopo, scomparve nel nulla lasciandosi dietro, però, una scia di distruzione. Son Goku, da allora, non fa che vivere da solo, procacciandosi i pasti e le cene da solo grazie agli insegnamenti del vecchietto il quale pare fosse stato un grandioso lottatore di arti marziali. Il nonno gli lasciò in eredità una sfera preziosa e luminescente con quattro stelle rosse al suo interno che il bambino custodisce gelosamente nella sua umile dimora.
Sarà proprio quella stessa sfera, però, che gli consentirà di potersi addentrare nelle più grandi delle avventure! Un bel giorno, di fatti, una ragazza dai capelli azzurri e dall'aria sbarazzina di nome Bulma (in giapponese questa parola significa “pantaloncini corti”), giungerà alla casa del piccolo seriamente intenzionata a volersi prendere la sfera con le quattro stelle. La giovane spiegherà al bambino che lei sta raccogliendo le famigerate sette sfere del drago le quali, una volta riunite, potranno evocare un drago capace di esaudire un desiderio.

Il bambino è affascinato dalla storia, ma di certo non vuole che una perfetta sconosciuta si appropri del suo prezioso tesoro. Bulma, molto furbamente, vedendo che Son Goku era molto forte (era capace di alzare con un solo braccio la sua vettura e portava in spalla delle carcasse di animali giganteschi che ingurgitava senza remore alcune), decise di proporgli un accordo: Son Goku avrebbe continuato a vegliare sulla Sfera semplicemente portandosela dietro ed avrebbe potuto approfittare dell'avventura per poter così combattere contro nemici veri. In realtà, sebbene l'offerta andasse ad avvantaggiare unicamente Bulma, l'ingenuità del protagonista, che si perpetuerà per tutto il corso della storia, finirà per farlo accettare.

Da allora la prima serie di Dragon Ball presenterà numerose situazioni buffe e divertenti intervallate da combattimenti. I personaggi erano quasi tutti molto giovani (Bulma era una ragazzina, Yamcha poco più di un ragazzo, Crilin era coetaneo di Son Goku e perciò praticamente un bambino pure lui) e quindi il cartone era particolarmente indicato ad un pubblico non troppo in là con l'età.


Il bello, però, è che la serie di Dragon Ball seppe evolversi in maniera davvero incredibile attraverso le puntate. Verso la fine della prima serie, di fatti, il protagonista, Son Goku, allenandosi per molto tempo in un luogo sacro, diventò adulto. Il suo scopo, di fatti, era quello di sconfiggere il figlio del suo più acerrimo avversario di allora, ovvero Grande Piccolo la cui prole si chiamava, per l'appunto, Piccolo. Son Goku, al termine della serie, non solo avrà la meglio (ma di poco), su Piccolo, ma si sposerà anche con Kiki, una bambina che aveva conosciuto parecchio tempo addietro che si era auto proclamata sua futura moglie, incredibilmente colpita dalla potenza del suo amichetto. E' da questo punto che inizia la seconda serie di Dragon Ball, ovvero Dragon Ball Z, senza ombra di dubbio alcuna, la serie che ha reso più famoso questo cartone animato (e fumetto) in quanto presentava una trama ben più matura e complessa.
Son Goku è già adulto ed ha avuto un figlio di nome Son Gohan (dedicato, ovviamente, al suo defunto nonno adottivo). Son Goku, proprio verso l'inizio della serie, in cui la terra viene minacciata dall'arrivo di due extra terrestri dall'aspetto simile a quello del protagonista stesso, conosce, finalmente le sue origini e sa che era nato su Vejita, un pianeta lontano dove vi abitava un popolo di guerrieri conosciuti con il nome di Sayan. Son Goku sconfiggerà a fatica i due Sayan e dovrà affrontare sempre più difficili prove dovendosi poi scontrare con una sorta di conquistatore spaziale di nome Freezer, verso la fine della prima parte del cartone animato (e del fumetto stesso). Già, perché Dragon Ball Z presentava tre saghe diverse che prendevano il nome dai rispettivi nemici, ovvero la saga di Freezer (sul pianeta Namekk), la saga di Cell (sul pianeta Terra) e la saga di Majin Bu (sempre sul pianeta Terra).

Ovviamente ogni nemico era tremendamente più forte dell'altro... così forte e spietato che i nostri eroi dovevano sudare sette camice (ed impiegare diversi episodi) prima di poter battere quelle orribili creature! Va detto, inoltre, che durante la serie intera di Dragon Ball Z, Son Goku e Chichi avranno un altro figlio di nome Goten (estremamente più somigliante al padre sia per aspetto che per carattere, almeno da piccolo... poi da adulto diventerà un vero e proprio svogliato dedicandosi anima e corpo solo alle donne), mentre l'inaspettata coppia Vegeta e Bulma (scriviamo inaspettata non a caso in quanto Bulma da sempre darà chiari segni di insofferenza verso Vegeta, ma poi, disgustata dal comportamento frivolo del suo promesso Yamcha, finirà tra le braccia del Principe dei Sayan) farà nascere Trunks.

La seconda serie di Dragon Ball, Dragon Ball Z termina quasi subito dopo la sconfitta di Majin Bu, ma ci da l'opportunità di assistere ad un altro concepimento, questa volta tra Gohan e Videl i quali avranno una figlia di nome Pan. L'ultima serie di Dragon Ball, Dragon Ball GT, è sicuramente stata la più dibattuta tra tutte in quanto pare non fosse stata per nulla voluta dall'autore, Akira Toriyama il quale diede il consenso alla sua realizzazione, ma non si rifiutò di realizzarla.

In effetti, dopo aver trascorso la maggior parte del tempo ad ammirare epici scontri con dei titani, la serie GT ci appare non poco strana: Pilaf, il primo nemico di Dragon Ball, ormai vecchio e decrepito, ha ancora nel cuore il sogno di diventare il padrone della Terra e perciò, sgattaiolando nel palazzo del Supremo, luogo in cui sono custodite le sfere del drago, spera di poter realizzare il suo desiderio più recondito. Peccato che lì si trovi anche Son Goku il quale sta allenando un suo caro amico. Pilaf, spazientito per il fatto di doversi trovare sempre tra i piedi quel fastidioso personaggio, urla, proprio davanti alle sfere, con il Dragon Shenron già evocato, che se solo Goku fosse stato un bambino avrebbe finito per fargliela pagare cara. Il desiderio recondito viene esaudito dal Drago e Son Goku torna ad essere piccolo. Le sfere, però, stavolta si sparpagliano per tutto l'universo e devono essere recuperate al più presto altrimenti la Terra finirà per essere distrutta senza il sostegno della loro incredibile magia.

Nel viaggio interspaziale verrà scelto anche Trunks proprio per via della sua grandissima intelligenza (ereditata dalla madre) e Goten il quale, però, si dimostrerà poco predisposto ad intraprendere quella difficile missione. Grazie alla negligenza di suo zio, la piccola Pan riuscirà ad intrufolarsi all'interno della navicella spaziale e così inizierà per lei la più grande delle avventure. Verso la fine della serie, poi, le sette sfere del drago, trascorso un anno, verranno ripristinate, ma risulteranno essere “corrotte” dai desideri accumulati in tutti quei lunghissimi anni dagli esseri umani sempre vogliosi di potere e di gloria. L'ultima battaglia vedrà Son Goku costretto a ripristinare la purezza delle sette sfere del Drago con la sua forza e la sua volontà.


Privacy © 1999 - 2007 Dbzot.it – La vostra presenza sul sito implica l'accettazione del nostro regolamento di policy in ogni punto.